I TUMORI DELLA MILZA

Non sono sempre tumori

L'emangiosarcoma splenico è il tumore più frequente della milza. Le razze maggiormente predisposte sembrano essere il Pastore tedesco, il Golden retriver, il Bovaro del bernese, il Boxer, il Dalmata, il Beagle, il Pointer ed il Basset hound.

Questo tumore cresce spesso senza dare chiari segni di malessere, finchè non raggiunge dimensioni considerevoli che schiacciano gli altri organi o si rompe causando una grave emorragia. In questi casi l'intervento chirurgico d'urgenza con la rimozione della milza e la trasfusione sono  fondamentali per salvare la vita al cane. Purtroppo nel caso dell'emangiosarcoma splenico la splenectomia non è curativa ed è necessaria la chemioterapia dopo l'intervento. 

Esistono altre cause benigne, come gli ematomi splenici che portano alla crescita di masse sulla milza, le quali possono rompersi causando morte per emorragia grave. L'esame istopatologico è fondamentale per differenziare le masse benigne da quelle maligne e sempre necessario.

Queste masse sono spesso asintomatiche, ecco perchè le ecografie di controllo sono il modo migliore per scoprirle in anticipo ed evitare gravi e improvvise emorragie. 

Ti piace questo contenuto? Condividilo sui social:

14-9-2019
Sugar e Spike. I sintomi del diabete

Scopriamo insieme a Sugar e Spike i sintomi del diabete. Preveire è importante per allungare la vita ai nostri amici a 4 zampe. Imparare a riconoscere i sintomi delle malattie più comuni è il primo passo per una vita migliore. 

Ti piace questo contenuto? Condividilo sui social:

31-3-2019
il gene ABCB1 nei Cani

 

Una mutazione del gene ABCB1 canino rende gli animali colpiti insolitamente sensibili a molti farmaci diversi comunemente usati nella pratica veterinaria e quando si somministrano dosi normalmente terapeutiche a cani con una o due copie della mutazione possono manifestarsi segni clinici di tossicità. 

Si pensa che la mutazione abbia avuto origine dai cani da pastore in Gran Bretagna nel 1800 . Sebbene oggi siano comunemente colpite molte delle razze di cani da pastore, la distribuzione della mutazione nella razza non è chiara. I Cani da pastore scozzesi hanno la massima frequenza della mutazione e fino al 75% di alcune popolazioni è portatore di almeno una copia. Altre razze comunemente colpite includono un certo numero di razze di cani da pastore, come Australian Shepherd e McNab. L‘analisi genetica rivela che molto probabilmente si è verificata una singola mutazione in un antenato condiviso delle razze di cani da pastore. 

Molti veterinari hanno familiarità con la mutazione nelle razze di cani da pastore, ma potrebbero non rendersi conto che anche i cani di razza mista sono a rischio. Poiché la mutazione viene ereditata in modo dominante, anche i cani che possiedono una copia del gene sono a rischio di rispondere negativamente a determinati farmaci, e idealmente tutti i cani dovrebbero quindi essere testati per determinare il loro stato ABCB1.  La Tabella 2 mostra la frequenza della mutazione in alcune delle razze più comuni. 

Tabella 2. Razze colpite dalla mutazione ABCB1 (frequenza% ). 

Cane da pastore scozzese 

70% 

Australian shepherd, mini 

50% 

Australian Shepherd 

50% 

Whippet a pelo lungo 

50% 

Cani da pastore scozzesi McNab 

30% 

Silken Windhound 

30% 

Chinook 

25% 

English Shepherd 

15% 

Cane da pastore scozzese Shetland 

15% 

Pastore tedesco 

10% 

Bobtail 

5% 

Border collie 

< 5% 

 

Un punto estremamente importante, tuttavia, è che tutti i medicinali approvati dalle autorità regolatorie governative (vale a dire FDA, EMA) per prevenire la filariosi cardiopolmonare nei cani sono sicuri ed efficaci indipendentemente dallo stato ABCB1 del cane. Dosi più elevate di questi lattoni macrociclici, che sono comunemente usati per trattare condizioni come la rogna demodettica, possono essere tossiche per i cani portatori della mutazione ABCB1, causando addirittura la morte in cuccioli o animali malati.  

La mutazione ABCB1 è presente in molte più razze canine, oltre ai Cani da pastore scozzesi o alle razze di cani da pastore. È verosimile che i cani di razza mista siano particolarmente a rischio perché i veterinari non si aspettano regolarmente che abbiano la mutazione e pertanto controllano raramente il loro stato ABCB1. Sebbene la tossicità associata all’ivermectina e agli altri lattoni macrociclici sia più strettamente associata alla mutazione ABCB1, anche vari altri medicinali comunemente usati sono substrati di P-gp. I veterinari dovrebbero raccomandare di testare tutti i cani per determinare lo stato ABCB1 al fine di fornire la terapia più sicura ed efficace per i loro pazienti. 

Ti piace questo contenuto? Condividilo sui social:

3-2-2019
Perché far vaccinare il vostro cane

Perchè si vaccinano i cani? Scopriamo il significato dei vaccini in questo breve video.

Ti piace questo contenuto? Condividilo sui social:

3-2-2019
Gravidanza e Toxoplasmosi

Dolce attesa e convivenza con un gatto: è davvero necessario allontanare il micio? Sfatiamo il mito del gatto e della toxoplasmosi in gravidanza 

Ti piace questo contenuto? Condividilo sui social:

3-2-2019