PREVENZIONE LEISHMANIOSI

L'utilizzo di prodotti antiparassitari topici e di altro tipo prescritti dal veterinario, specifi contro i flebotomi è fondamentale per limitare il contatto con i vettori che trasmettono la malattia.  Nelle zone endemiche è utile usare anche spray repellenti sul pelo del cane soprattutto alla sera e al mattino presto.

Recentemente è stato introdotto un Vaccino.

 L’immunizzazione attiva dei cani non infetti a partire dai 6 mesi di età  riduce il rischio di sviluppare un’infezione attiva e/o una malattia clinica dopo esposizione a Leishmania infantum.

L’efficacia del vaccino è stata dimostrata in uno studio sul campo nel quale i cani sono stati esposti naturalmente a Leishmania infantum in zone ad alta pressione di infezione nel corso di un periodo di due anni.

In studi di laboratorio, compreso challenge sperimentale con Leishmania infantum, il vaccino ha ridotto la gravità della malattia, compresi i segni clinici e il carico parassitario nella milza e nei linfonodi.

Inizio dell’immunità: 28 giorni dopo la vaccinazione. Durata dell’immunità: 1 anno dopo la vaccinazione.

Prima di fare il Vaccino è importante effettuare il test di screening. 

A fine stagione è importante effettuare gli esami di controllo per valutare l'eventuale esposizione del cane al parassita. Gli esami includono:

  • Esame  biochimico del sangue
  • Elettroforesi siero-proteica
  • Test ELISA Leishmania

E' consigliabile effettuare gli esami a Gennaio/Febbraio.  

 Memo Prevenzione

Ti piace questo contenuto? Condividilo sui social:

11-5-2019